Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
13/11/2009 - Louis Vuitton Trophy: Azzurra seconda in classifica

Photo credit: ©Bob Grie
Louis Vuitton Trophy, Nice Côte d'Azur
Nizza, 12 nov. - Dodici nodi di vento da Nord e cielo limpido per i primi match della sesta giornata del Louis Vuitton Trophy - Nice Côte d’Azur, molto combattuti e spettacolari. L’aria è poi calata e il Comitato è stato costretto a sospendere le regate successive.
Christine Belanger – Corporate Events Manager per Louis Vuitton – ‘porta buono’ ad Artemis: imbarcata come 18ma sulla barca svedese, infatti, Madame Belanger ha assistito alla netta vittoria su TeamOrigin (che ha coinciso anche con la prima sconfitta in assoluto per la squadra britannica). “Abbiamo fato una brutta regata, non c’è molto altro da dire; loro hanno fatto meglio...”, ammette Ben Ainslie, skipper e timoniere del consorzio britannico.

Azzurra si impegna al massimo e porta a casa un’altra, bella vittoria. Il team italiano – attualmente secondo in classifica provvisoria – comincia a fare paura...
Domani Azzurra incontrerà TeamOrigin, un match da non mancare assolutamente... “La vittoria di oggi è stata veramente conquistata con fatica. Le condizioni meteo erano talmente instabili, che prendere una decisione era estremamente difficile. Anche oggi l’equipaggio ha risposto in maniera eccellente ad ogni manovra chiamata. Sono veramente soddisfatto di questo primo Round Robin anche se la regata di domani contro TeamOrigin sarà determinante per la classifica”, ha detto lo skipper Francesco Bruni.
Bella prova anche per il team russo Synergy, assolutamente nuovo nel teatro di America’s Cup, che è stato in grado di conquistare il secondo punto, battendo un ‘veterano’ come Bertrand Pace. Molto interessante è stata la regata tra ETNZ e Bmw Oracle, un estratto del ‘manuale di match race’, con finte strambate e tante manovre impeccabili.

Le regate del Louis Vuitton Trophy - Nice Côte d’Azur continuano domani, venerdì 13 novembre. La partenza del primo match è fissata per le ore 08.30.
Domani si correranno i seguenti match:
1- Artemis vs Bmw Oracle
2- TeamOrigin vs Etnz
3- TeamOrigin vs Azzurra
4- Bmw Oracle vs Synergy

MATCH 1: ETNZ batte Bmw Oracle: 00.48
Uno dei match più belli del RR1 del Louis Vuitton Trophy: i neozelandesi corrono su FRA 93, mentre gli americani ottengono la più potente GBR 75, ma avere la barca più veloce non basta al team americano per aggiudicarsi il match: in partenza Dean Barker costringe Gavin Brady ad una doppia virata verso la barca comitato che rallenta la sua corsa. Poi, sulla sinistra, Barker si allunga e riesce ad incrociare comodamente avanti. Alla prima boa i kiwi girano con 13 secondi di vantaggio.
Nella poppa le barche si avvicinano moltissimo e si assiste ad una splendida ‘mossa’ da match race: I kiwi fingono una prima strambata ma Oracle non ci casca; qualche minuto dopo Barker ci riprova e questa volta Hamish Pepper cade nella trappola: la barca americana stramba mentre quella kiwi continua indisturbata sulla sua rotta. Un errore che costerà molto, in termini di tempo, al team americano. Il risultato è che alla seconda boa al vento il vantaggio per i kiwi aumenterà a 47”, sufficienti per rilassarsi e concludere in testa la regata.

MATCH 2: Artemis batte TeamOrigin: 00.45
Grande regata per Artemis che infligge la prima sconfitta al team britannico. Hutchinson e Cayard fanno un’eccellente partenza, mentre Ben Ainslie è in ritardo allo start. Nonostante il team svedese sia sulla barca ‘sfavorita’ (ITA 90), naviga benissimo e veloce sulla sinistra del campo.
Alla prima boa, il vantaggio per Artemis è di 19”. Il team inglese cerca di recuperare nella prima poppa, ma gli svedesi non gli lasciano occasione di rimonta: al cancello il loro vantaggio aumenta a 37”. Il resto della regata vede Artemis sempre in testa sino all’arrivo, tagliato avanti per 45 secondi.

MATCH 3: TFS PAGES JAUNES VS SYNERGY: Synergy vince. TFS DNF
Il team russo inanella una seconda vittoria, questa volta sul team francese Pages Jaunes. Jablonski vince la partenza e comanda il match sino alla fine. Bertrand pace, inoltre, non riesce a completare il lato di poppa nei 5 minuti previsti. Il match va meritatamente a Synergy.

MATCH 4: AZZURRA batte ALL4ONE: 01.56
Una vittoria sudata come non mai, quella contro All4One: La barca italiana vuole la destra in partenza e l’ottiene, tagliando veloce e potente. A metà della prima bolina, incrocia avanti e decide di andare sulla sinistra del campo. In quel momento inizia un tack duel con la barca franco tedesca respinta sulla destra ma, ad ogni virata, Azzurra perde qualcosa a favore di Col che guadagna metro su metro. In una virata più ravvicinata di altre, Azzurra tarda a rispondere e Col si ‘infila’ sottovento.
Alla fine la barca italiana è costretta a virare ma il vento è davvero poco e la manovra costa molto in termini di velocità. Il risultato è che All4One è avanti alla prima boa (29”). Invece di correre la poppa in controllo degli avversari, però, John Cutler chiama una strambata su All4One; Seb Col si separa moltissimo da Francesco Bruni, solo per ritrovarselo davanti al cancello (1’22”). I ragazzi italiani non si lasciano scappare l’occasione e da quel momento regatano in severo controllo dell’avversario sino all’arrivo, tagliato con quasi 2 minuti di vantaggio.

CLASSIFICA PROVVISORIA RR1
1) ETNZ, 6/0
2) AZZURRA, 5/1
3) TEAMORIGIN, 4/1
4) ARTEMIS, 3/3
5) BMW ORACLE, 2/3
6) SYNERGY, 2/4
7) ALL4ONE, 2/5
8) TFS PAGES JAUNES, 0/7

Ufficio Stampa Louis Vuitton Trophy
Articoli correlati: Louis Vuitton Trophy
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo Ala Charter
Logo Centro Velico Caprera
Logo Compagnia degli Skippers Oceanici
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2012 / Velanet