Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
24/06/2007 - 1 a 1 tra Emirates Team New Zealand e Alinghi

©ACM 2007/Photo:Guido Trombetta
Valencia - La seconda giornata di regate, complice anche la domenica, ha attirato moltissime persone, sia in mare sia a terra, che hanno deciso di venire nel Port America's Cup per sostenere il team del cuore.
Grande pareggio e grande regata per Emirates Team New Zealand che si aggiudica il match odierno, capovolgendone l'esito nella seconda bolina. Vittoria ancora più notevole se si considera che interrompe il filone vincente di Alinghi e di alcuni uomini chiave del suo team: per Brad Butterworth, ad esempio, questa è la prima sconfitta in 12 anni. Per Dean Barker si tratta della prima vittoria dopo la pesante sconfitta del 2003.
Il Match di America's Cup è al meglio delle nove prove: il primo che arriva a 5 vince. Domani, lunedì 25 giugno, è giorno di riposo. Il terzo match si correrà martedì 26 alle ore 15.00.

Match 2 - Emirates Team New Zealand batte Alinghi
DELTA 00.28
Mare calmo e brezza da Est 10 nodi per la partenza della seconda prova: condizioni diverse da quelle di ieri, quindi, che modificano radicalmente anche l'esito della regata.
Il prestart è certamente più aggressivo rispetto a sabato anche se non ci sono state penalità. Bravi i kiwi ad annullare prima il vantaggio delle mure a destra di Alinghi, incrociando avanti all'ingresso nel box, e poi ad agganciare la barca svizzera a 45 secondi dallo start, riuscendo a partire potenti e avanti (3") in battello comitato.
Esattamente come ieri, le barche iniziano la bolina parallele, mure a dritta e, come ieri, Alinghi pian piano recupera sulla sinistra, confermando la velocità incredibile di SUI 100. Al primo incontro, Ed Baird ha già due lunghezze di vantaggio e incrocia avanti, cambiando lato. Dean Barker prosegue sulla sinistra dando poi vita ad un tacking duel ma la situazione non cambia: alla prima boa Baird è avanti per 19 secondi. Nella poppa ETNZ guadagna parecchia strada, ma il Defender non commette errori e passa il cancello in testa (13").
La situazione cambia radicalmente nella seconda bolina: Alinghi sceglie la sinistra mentre ETNZ gira la boa di destra, ma quando il Defender decide di scambiare le posizioni, il vento salta a favore dei kiwi che riescono a passare in vantaggio a pochi metri dalla layline di destra. Alla seconda boa di bolina, la situazione si capovolge a favore di ETNZ che gira con 15" di vantaggio.
Nell'ultima e decisiva poppa, com'era prevedibile, c'è battaglia per la vittoria: Alinghi attacca ed ETNZ risponde deciso, manovra su manovra, guadagnando oltre 100 metri di vantaggio a metà lato. L'arrivo è mozzafiato con gli equipaggi impegnati in continue strambate. Bravissimi Barker & Co a mantenere la calma e la freddezza necessarie per portare a termine ogni manovra in maniera impeccabile, nonostante la pressione del Defender.
Alla fine di una regata davvero indimenticabile ed emozionante, la vittoria va ad Emirates Team New Zealand per 28 secondi.

AmericasCupMedia
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo Centro Nautico Levante
Logo SettemariYacht
Logo Sud Ovest
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2023 / Velanet