Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
27/02/2024 - Charles Caudrelier primo a Brest

Photo credit: © Vincent Olivaud

Lo skipper francese Charles Caudrelier ha vinto la prima regata in solitario intorno al mondo su giganteschi trimarani di classe ULTIM lunghi 32 metri, la ARKEA ULTIM CHALLENGE-Brest.

Lo skipper del Maxi Edmond de Rothschild, ha tagliato il traguardo al largo di Brest, questo martedì mattina alle 8:37:42 ora locale, dopo 50 giorni, 19 ore, 7 minuti e 47 secondi da quando lasciò il porto francese insieme ad altri cinque partecipanti, domenica 7 gennaio.

Leader incontrastato della corsa a partire dalla notte del 17 gennaio, trionfa nella prima edizione di questa corsa senza precedenti. Prima di dover rallentare per evitare un'enorme tempesta a Capo Horn, a un certo punto nell'Oceano Pacifico Caudrelier era in anticipo sui tempi necessari per stabilire un nuovo record assoluto di navigazione in solitaria intorno al mondo.

Dopo un emozionante duello testa a testa con il 26enne Tom Laperche lungo l'Atlantico meridionale, Caudrelier, che ha compiuto 50 anni lunedì, ha preso saldamente il comando della flotta dopo che Laperche si è dovuto ritirare, a Città del Capo, per danni subiti in seguito a una collisione.

Lungo la sua rotta, Caudrelier ha stabilito un nuovo record per l'Oceano Indiano e poi ha dimostrato di saper moderare il ritmo per prendersi cura della sua barca e dare a sé stesso le migliori possibilità di completare la regata (28.938 le miglia percorse).
Quindi, con un sostanziale vantaggio, Caudrelier ha sospeso la sua regata, navigando a velocità molto bassa per più di 36 ore nel Pacifico orientale per evitare una tempesta a Capo Horn, e recentemente ha saltato la tempesta Louis, fermandosi al sicuro alle Azzorre la settimana scorsa, per evitare il rischio di mettere a repentaglio la sua vittoria.

Questo successo premia più di dieci anni di impegno del team Gitana di Edmond de Rothschild. Hanno lavorato inizialmente dal 2011 con un MOD70 sul quale hanno sviluppato il programma di foiling del multiscafo prima di lanciare l'innovativo Ultim progettato da Verdier nel 2017.
Dopo una frustrante Transat Jacques Vabre lo scorso autunno, segnata da numerosi danni tra cui problemi al sistema di sterzo e ad un foil, finendo al terzo posto, il team Gitana ha lavorato duramente per riparare per essere pronto per questa gara e andare avanti.
"Ho avuto le mie difficoltà, ma so che le cose stanno cambiando", ha detto Caudrelier prima dell'inizio dell'ARKEA ULTIM CHALLENGE-Brest.
Fin dai primi giorni di questa gara ha dovuto fare i conti anche con piccoli problemi, tra cui la rottura della carenatura anteriore. Anche se è riuscito a realizzare una cavalcata da sogno con una bassa pressione dal Sud Atlantico fino al sud dell'Australia, la seconda metà della sua regata è stata molto più problematica, compresa la pausa prima di Capo Horn e la sosta strategica alle Azzorre la scorsa settimana.

Articoli correlati: Arkea Ultim Challenge-Brest
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo SkipperClub
Logo Utopia
Logo Sud Ovest
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2023 / Velanet