Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Novità
24/10/2023 - La Transat Jacques Vabre di Alberto Bona

Photo credit: © Thierry Martinez

È tutto pronto, a Le Havre nel Nord della Francia, per la partenza della Transat Jacques Vabre, regata lungo l’Atlantico in doppio, che il Class40 IBSA affronta come sesto e ultimo appuntamento della stagione 2023, il più impegnativo in termini di durata e miglia da percorrere dall’avvio del progetto Sailing into the Future. Together. Lo Skipper Alberto Bona ha scelto come partner il velista Pablo Santurde del Arco, che nel corso della stagione ha già partecipato a tutte le regate del campionato Class40, vincendo insieme la RORC Caribbean 600 e la Les Sables-Horta-Les Sables.
 
LA REGATA - La 16a edizione della Transat Jacques Vabres parte domenica 29 ottobre: al via si sono iscritte 95 imbarcazioni divise in quattro classi. Accanto ai 44 Class40 in cui gareggia Alberto Bona, infatti, si contano 5 trimarani Ultim, 6 Ocean Fifty e 40 Imoca60. Tra gli skipper al via, 77 sono alla loro prima partecipazione e 18 sono donne. Per i Class40 - la categoria più numerosa - il percorso si compone di 4.600 miglia di navigazione lungo la ortodromica, con un passaggio obbligato per i Class40 a dritta dell’Isola di Sal, nell’arcipelago di Capo Verde. Ogni classe ha un percorso diversificato a Sud - gli Ultim navigano per 7.500 miglia, gli Ocean Fifty per 5.800, gli Imoca per 5.400 - con l’obiettivo di coordinare l’arrivo tra le diverse classi, previsto a partire dal 12 novembre in Martinica. Sono 14 le nazionalità rappresentante, e l’Italia fa la parte del leone con ben sei velisti presenti, di cui cinque in Class40 e uno nella classe Imoca.
 
LE DICHIARAZIONI - “Ci siamo - ha dichiarato Alberto Bona - il più importante appuntamento della seconda stagione per il Class40 IBSA è arrivato. Assieme a Pablo siamo pronti e concentrati, e sappiamo di poter fare molto bene. Il livello è altissimo e a nostro parere ci sono almeno una decina di scafi che possono competere per la vittoria, più di un quarto dell’intera flotta Class40. Sono contento, perché sarà una sfida molto avvincente”.
 
Il Class40 IBSA è attualmente in testa alla classifica di circuito stagionale di categoria e la Transat Jacques Vabre mette quindi in palio, per Alberto e Pablo, un doppio premio: quello legato alla singola prova, ma anche il coronamento del lavoro di tutta la stagione. “Sarà una grande sfida: i migliori sono a bordo di barche eccellenti, ma molto diverse tra loro dal punto di vista progettuale, quindi con punti di forza e debolezza diversi. Sappiamo già prima di partire che saremo sempre molto vicini, quasi in una modalità match race all’interno di una regata oceanica, e questo è davvero il bello di questa classe”.
 
“Siamo arrivati al punto più alto del programma di “Sailing into the Future. Together” - ha commentato Giorgio Pisani, Vice President IBSA Group e Leader del progetto Sailing into the Future. Together - a più di un anno dal varo il Class40 IBSA e il suo equipaggio affrontano una regata nella quale c’è davvero molto in palio, dal punto di vista sportivo e dal punto di vista dei valori che IBSA e Alberto Bona condividono. Siamo pronti a vivere questa avventura a fianco di Alberto in questa grande sfida sportiva che con orgoglio ci porta ad attraversare gli Oceani”.
 
LA REGATA SECONDO BONA - A una settimana dalla partenza per una rotta così lunga, la strategia è ancora in fieri: “Una prova di 4.600 miglia - spiega Alberto Bona - richiede adattabilità e la capacità di effettuare scelte sulla base di variabili che sono destinate a modificarsi nel corso dei giorni”. Si parte dall’avvio della regata, perché se c’è una cosa che i velisti della Class40 hanno imparato è che non esistono “volate” all’arrivo, ma il successo si costruisce miglio dopo miglio: “Come in ogni regata oceanica, le miglia navigate nella Manica e l’uscita dal Canale saranno subito importanti. Novembre è un mese che porta onda, vento anche forte e soprattutto tanta corrente, condizioni alle quali siamo abituati, ma che impongono massima concentrazione in ogni regata”, spiega Bona.
 
Il secondo “frame” della prova riguarda il Golfo di Biscaglia, tanto amato da Bona e Santurde, ma capace in questa stagione di riservare condizioni dure: “La parte fredda della navigazione sarà come sempre impegnativa. Quello che dobbiamo fare è arrivare prima possibile lungo la costa del Portogallo, dove si apriranno diverse possibilità, che dipenderanno da dove si posizionerà l’alta pressione, che definirà le modalità della discesa verso Sud”.
 
Se si materializzeranno le condizioni tradizionali per questo periodo dell’anno, si si attenderà una veloce discesa verso le Canarie: “Ci auguriamo di avere la giusta pressione per scendere di poppa velocemente e agganciare prima possibile gli Alisei: a quel punto, arriveremo all’altezza delle Canarie e poi il passaggio obbligato nei pressi di Capo Verde”. In questo tratto si concretizzerà il passaggio dal freddo al caldo, sempre molto atteso dai velisti: “Speriamo in un aliseo tradizionale: da qui in poi bisognerà controllare gli avversari, gestire ogni miglio e guardare all’arrivo, sempre concentrati”.
 
LE BARCHE - Il Mach 5 di Alberto Bona è senza dubbio una delle barche più performanti nella Class40: “Sono molto soddisfatto di ogni scelta che abbiamo fatto fin qui - ha sintetizzato Alberto Bona - la nostra barca è una all round, e le migliorie apportate nel corso dell’estate, dopo le prime 15mila miglia di navigazione, hanno permesso di vedere ulteriori sviluppi nelle principali andature. La scorsa settimana, nel trasferimento verso Le Havre, abbiamo navigato per due giorni verificando tutti gli elementi e preparandoci per la regata. Il team gira bene, abbiamo fatto molte miglia nelle principali andature che incontreremo in questa prova”.
 
Il via effettivo è in programma alle 13.41 del 29 settembre (GMT+1), la Class40 - la barca più piccola e la classe più numerosa in regata - sarà l’ultima ad attraversare la linea di partenza e puntare la prua verso l’uscita della Manica per iniziare una delle regate più belle e più lunghe, seguendo la storia e l’aroma del caffè.
 
UN ANNO E MEZZO E 15MILA MIGLIA: I RISULTATI DEL CLASS40 IBSA - Varato a La Trinité-sur-Mer nell’agosto del 2022, poi protagonista del battesimo del mare un mese dopo, il Class40 IBSA con lo skipper Alberto Bona ha partecipato alla Route du Rhum, la transatlantica di 3.500 miglia in solitario, chiudendo in ottava posizione. Nel 2023 ha partecipato a cinque regate in equipaggio vincendo, lo scorso febbraio, la RORC Caribbean 600, con a bordo Pablo Santurde del Arco, con il quale ha partecipato alla regata di rientro in Europa, la Défi Atlantique, che ha chiuso in terza posizione. A seguire, la partecipazione alla impegnativa Normandy Channel Race, oltre mille miglia di navigazione tra la Francia, l’Inghilterra e l’Irlanda, chiusa al sesto posto. A fine giugno di nuovo l’Oceano: il Class40 IBSA ha partecipato alla Les Salbes-Horta-Les Sables, un “mezzo oceano” fino alle Isole Azzorre, percorso con condizioni meteo molto dure, e terminato con una meravigliosa vittoria del team. A luglio, infine, la partecipazione all’iconica Rolex Fastnet Race, una cinquantesima edizione della regata che sarà ricordata per le 24 ore più dure di sempre di bolina nel Solent: insieme alla navigatrice Francesca Clapcich, poche settimane prima incoronata vincitrice del Giro del Mondo in equipaggio, chiuderà in ottava posizione. Ad agosto, il Class40 IBSA ha percorso la rotta Sud e per la prima volta è entrato via Gibilterra in Mediterraneo, un viaggio insieme allo sponsor IBSA e quindi, a settembre, il ritorno in Bretagna per alcuni lavori e infine il trasferimento in Normandia per questa nuova avventura che lo vede in testa alla classifica di circuito Class40, all’inseguimento di un prestigioso titolo di stagione.

Articoli correlati: Transat Jacques Vabre 2023
Credit: Wordpower Press Office - Ornella Reccia
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo Centro Nautico Levante
Logo Centro Velico Caprera
Logo Ala Charter
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2023 / Velanet