Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
28/10/2015 - Condizioni dure alla Transat Jacques Vabre

Photo credit: ©Actual

Continuano ad essere molto impegnative le condizioni meteorologiche per la flotta della Transat Jacques Vabre: escludendo i tre maxi trimarani della categoria Ultime, che si trovano ormai al largo di Madera, il resto della flotta ha passato le ultime 24 ore di navigazione dovendo far fronte a un mare molto duro.
Un nuovo fronte ha colpito la zona di navigazione e gli equipaggi che avevano fatto una scelta più conservativa mantenendosi più vicini a Capo Finisterre hanno dovuto fare i conti con venti a 30 nodi da sud-ovest su un mare estremamente agitato.

Ora tutti cercano di scendere più a sud possibile, dove nelle prossime ore potranno trovare condizioni più maneggevoli, e gli Imoca che avevano scelto di posizionarsi più a ovest lo fanno molto più velocemente, ad andature più favorevoli.
Nel frattempo altre barche hanno dovuto abbandonare la regata: hanno dovuto rinunciare alla gara 2 Class40, 3 Imoca, 1 Multi50 e e il Maxi80 Prince de Bretagne, che si è capovolto.
Lionel Lemonchois e Roland Jourdain sono stati recuparati a bordo di un elicottero della MRCC spagnola.

Da bordo del Multi50 FenêtréA Prysmian di Giancarlo Pedote, unico skipper italiano in gara, e Erwan Le Roux questa mattina il francese commentava: "Il fenomeno più complesso che abbiamo dovuto affrontare dall'uscita della Manica, è lo stato del mare, più che il vento. Abbiamo molte virate da fare e poiché siamo di bolina, la barca sbatte enormemente".
"Non abbiamo ancora iniziato a regatare. Sappiamo di non aver navigato al meglio, ma per noi finora l'essenziale è stato di riuscire a conservare la barca in buono stato ed è ciò che continueremo a fare almeno fino a questa sera, quando le condizioni inizieranno a migliorare".
"Abbiamo ancora un fronte da passare. Il vento d'ovest girerà a sud-ovest. Secondo le previsioni questa rotazione dovrebbe avere luogo verso le 13. Intorno alle 16, il vento dovrebbe iniziare ad indebolirsi un po', per stabilizzarsi tra 10 e 15 nodi nella sera. Il mare resterà certamente molto agitato, ma penso che sarà meno complesso".
"Per adesso l'obiettivo è di passare questo nuovo fronte senza problemi; una volta fatto, rimetteremo un po'di ordine nella barca, sistemeremo due o tre cose e affineremo la strategia per il seguito. Sarà finalmente il momento di passare all'attacco".

In acque più tranquille i grandi multiscafi Sodebo Ultim' (Thomas Coville/Jean-Luc Nélias) e Macif (François Gabart/Pascal Bidégorry) hanno preso un cospicuo vantaggio sul terzo rimasto in competizione, Actual di Yves le Blévec e Jean-Baptiste Le Vaillant.

Articoli correlati: Transat Jacques Vabre 2015
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo SkipperClub
Logo Centro Velico Caprera
Logo Velscaf
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2012 / Velanet