Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
04/11/2014 - Route du Rhum

Pedote a Roscoff - Photo credit: ©Alexis Courcoux

Domenica alle 14.00, con un vento da SW di 15 nodi e centinaia di barche di spettatori, sono partiti da St.Malò i 91 concorrenti della Route du Rhum-Destination Guadeloupe.
Le condizioni della navigazione sono state dure fin dalla prima notte, di bolina contro mare formato e vento di circa 25 nodi, e continuano ad essere molto impegnative al secondo giorno di navigazione, quando il grosso della flotta sta navigando ancora nel Golfo di Guascogna.

Numerosi i ritiri dalla competizione e le soste tecniche in porti francesi per la riparazione di avarie.
Ha abbandonato la regata, nella classe ULTIME, Thomas Coville (Sodebo) in seguito a una collisione con un cargo.
Sei i ritirati tra i Multi 50, tra cui, ultimo, Pierre Antoine, recuperato da un elicottero.
Due i ritirati tra i monoscafi Imoca e sei tra i Class40.

Solo nella flotta classe Rhum, condotta dal nostro Andrea Mura su Vento di Sardegna con un vantaggio di più di 40 miglia sul secondo, sono ancora in corsa tutti e 20 i solitari.

Giancarlo Pedote, a bordo del Class 40 Fantastica di Lanfranco Cirillo, è stato costretto a fermarsi al porto di Roscoff nel corso della prima notte di navigazione.

“Verso le 22.00 è scoppiato l’hook che tiene la trinchetta, che è caduta ed è rimasta agganciata tra la verticale e la diagonale dell’albero. Era impossibile farla scendere dal ponte ed ho dovuto mettere l’imbracatura e salire sull’albero con più di 20 nodi e mare formato per toglierla. Una volta sceso sono dovuto andare a dormire. Ero sfinito e dovevo far riposare le braccia, che erano piegate in due dai crampi.
Dopo aver dormito 10 minuti, sono tornato fuori coperta. Ero riuscito a rimettere la trinchetta e la barca aveva ricominciato e correre. Ero ripartito, stanco ma determinato.
Poi, quando sono entrati 40 nodi e sono andato per prendere la terza mano di terzaroli, mi sono accorto che si era formata un cocca all’interno del boma ed era impossibile riprendere la cima.
Sono stato a lottare fino a che non ho avuto più forza. Non volevo fermarmi, ma era impossibile prendere la terza mano di terzaroli. Non potevo più andare avanti e ho dovuto ripiegare su Roscoff. Non c’erano alternative”.

Giancarlo Pedote ha raggiunto il porto di Roscoff sulla punta ovest della Bretagna a circa 200 km dal porto di partenza, intorno alle 7.00 di lunedì mattina e dopo aver sistemato il problema del boma ed effettuato una serie di altri piccoli interventi è salpato dal porto intorno dopo circa 5 ore.
Attualmente si trova in 23esima posizione con un ritardo di 120 miglia dal leader dei Class40.

A guidare la flotta dei 7 Imoca in gara è Francois Gabart mentre in testa a tutta la flotta, già alla latitudine dello Stretto di Gibilterra, è Loick Peyron su Maxi Solo Banque Populaire VII.

Articoli correlati: Route du Rhum
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo Centro Velico Caprera
Logo Velscaf
Logo Riviera Vento
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2012 / Velanet