Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
09/08/2012 - Londra 2012: day 11, 470 azzurro in Medal Race

Giuseppe Angilella e Gianfranco Sibello (49er)
Foto: FIV/C.Borlenghi

Undicesimo giorno di regata dei XXX Giochi Olimpici Londra 2012. Al termine della Medal Race per la classe 49er Giuseppe Angilella (CC Roggero di Lauria) – Gianfranco Sibello (GS Fiamme Gialle) chiudono al 9° posto overall. Nel 470 femminile, Giulia Conti e Giovanna Micol si qualificano per la Medal Race.
Ieri riposo per il 470 maschile che giovedì vedrà impegnati in Medal Race Gabrio Zandonà e Pietro Zucchetti.

Primi sulla linea di partenza alle 12 ore locali il 470 femminile (Race 9&10) seguiti dalla Medal Race dei 49er alle 14 italiane e ultimo a scendere in campo il Match Race femminile.
Cielo nuvoloso con pioggia e scarsa visibilità all’inizio di giornata in miglioramento nel pomeriggio. Vento da ovest-nord-ovest a 6-10 nodi.

Giuseppe Angilella (CC Roggero di Lauria) – Gianfranco Sibello (GS Fiamme Gialle) tagliano il traguardo della Medal Race all’8° posto e terminano i XXX Giochi Olimpici di Londra al 9° posto overall.

Al microfono di sailrev.tv Giuseppe Angilella ha dichiarato: “E' finita col sole in tutti i sensi, anche per noi. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo che era entrare in Medal Race e abbiamo protetto la nostra posizione”.

Giulia Conti-Giovanna Micol (oggi 6-7) si qualificano per la Medal Race e sono al 7° posto in classifica provvisoria. Sono cinque gli equipaggi che venerdì 10 agosto si daranno battaglia per la medaglia di Bronzo: Olanda, Francia, Brasile, Italia e Australia.

I risultati che seguono sono provvisori, prima della discussione di eventuali proteste.

49er (20 nazioni)
La Medal Race della classe 49er è partita alle 13 ore locali con 4-5 nodi di vento da ovest-sud-ovest su percorso LG3. In regata Giuseppe Angilella (CC Roggero di Lauria) – Gianfranco Sibello (GS Fiamme Gialle) che alla prima boa sono al 6° posto, primi Nico Delle-Karth - Nikolaus Resch (AUT), secondi Stephen Morrison-Ben Rhodes (GBR) e terzi Peter Burling-Blair Tuke (NZL). Al termine della seconda bolina posizioni invertite per i britannici e i neozelandesi. Gli azzurri Angilella-Sibello sono al 7° posto. Buon recupero dell’equipaggio italiano che transita dal secondo cancello di poppa al 5° posto alle spalle dei portoghesi Bernardo Freitas-Francisco Rebello De Andrade. Sul traguardo primi gli austriaci Nico Delle-Karth - Nikolaus Resch, secondi i kiwi Peter Burling-Blair Tuke e terzi i danesi Allan Norregaard-Peter Lang. Giuseppe Angilella-Pietro Sibello tagliano la linea d’arrivo all’8° posto.

Gli azzurri Giuseppe Angilella – Gianfranco Sibello chudono al 9° posto (parziali 14-11-13-10-11-7-8-12-15-3-13-(18)-9-5-1-8M.

Oro per Nathan Outteridge-Iain Jensen (AUS) a 65 punti, Argento per Peter Burling-Blair Tuke (NZL) a quota 95 e Bronzo per Allan Norregaard-Peter Lang (DEN) a 130 punti.

Giuseppe Angilella, siciliano di Palermo, è nato il 27 agosto 1984, debutta nello sport velico nel 1992 a 8 anni su un Optimist. In questa classe conquista un 5° posto continentale e 2 medaglie d’oro nel Campionato Europeo a squadre. Passa al Laser Radial per approdare poi al 49er. In queste tre classi ottiene complessivamente 6 titoli italiani e 2 a squadre. In classe 49er, in coppia con Pietro Zucchetti, ottiene buoni risultati a livello nazionale e internazionale fino al gennaio 2010. Dopo il Mondiale alle Bahamas, Angilella per problemi alla schiena è costretto a lasciare il timone. Dopo due anni, nel 2012, torna su un 49er con Gianfranco Sibello. Angilella ha preso parte anche alla campagna di America’s Cup 2007 con +39 Challenge con il ruolo di stratega e all’Act di Trapani come membro del team meteo.

Gianfranco Sibello insieme al fratello Pietro (timoniere) è stato per 12 anni uno degli equipaggi più forti al mondo della classe 49er. Gianfranco ha iniziato ad andare in barca nel 1987 frequentando un corso di vela ad Alassio, la città ligure dove vive. Ha preso parte a due edizioni dei Giochi Olimpici, nel 2004 e 2008, raccogliendo un 14° ad Atene e un contestato 4° a Pechino. Ha vinto 3 medaglie di bronzo ai mondiali, un oro e un bronzo agli europei e diverse medaglie nelle gare di Coppa del Mondo ISAF.


470 Femminile (20 nazioni)
Giornata decisiva per le azzurre Giulia Conti-Giovanna Micol per la qualifica alla Medal Race. Race 9 al via alle 12 locali con soli 6 nodi di vento da 225° su percorso LR3. Buona la partenza dell’equipaggio italiano che nella prima bolina naviga sulla destra del campo di regata nel gruppo di testa con le polacche e le brasiliane. Ottima prima bolina per Giulia Conti-Giovanna Micol (CC Aniene) che alla prima boa sono al 1° posto, seguite dalle cinesi Wang-Huang e dalle brasiliane Oliveira-Barbichan. Il primo lato di poppa vede cinque equipaggi raccolti in 50 metri e al cancello le cinesi scelgono la boa di sinistra: sono prime ora, seguite dalle australiane Rechichi-Stowell e da Conti-Micol al 3° posto. Male per le azzurre la seconda bolina che le vede perdere sei posizioni e girare la terza boa al 9° posto. Al termine della terza bolina le azzurre Conti-Micol recuperano e sono al 6° posto. Prime sempre le cinesi Wang-Huang, seconde le kiwi Aleh-Powrie e terze le francesi Lecointre-Geron. Sul traguardo, prime le cinesi, seconde le neozelandesi e terze le francesi. Giulia Conti-Giovanna Micol chiudono al 6° posto.

La seconda prova al via come da programma alle 14.30 ore italiane. Inizio in salita per Conti-Micol che al termine della prima bolina in boa sono al 16° posto. Prime le australiane Rechichi-Stowell, seconde le spagnole Pacheco-Betanzos e terze, al termine del primo lato di poppa, le britanniche Mills-Clark. Nella seconda bolina il vento aumenta a 9 nodi da 245° e le azzurre girano la terza boa al 5° posto. Sempre prime le australiane, seconde le spagnole e terze, ora, le argentine Sesto-Monsegur. Nel secondo lato di poppa Conti-Micol perdono posizioni e sono settime. Le spagnole Pacheco-Betanzos sono al 3° posto e passano in seconda posizione Hannah Mills-Saskia Clark (GBR). Vincono con ampio margine le australiane Elise Rechichi-Belinda Stowell, seconde Mills-Clark (GBR) e terze le argentine Sesto-Monsegur. Giulia Conti-Giovanna Micol tagliano il traguardo al 7° posto.

Dopo dieci prove con uno scarto le azzurre Giulia Conti-Giovanna Micol (CC Aniene) si qualificano per la Medal Race e sono al 7° posto in classifica provvisoria (parziali 8-10-(18)-2-3-1-16-16-6-7) con 69 punti.

Queste le atlete che disputeranno la Medal Race: Jo Aleh-Olivia Powrie (NZL) 33 punti, Hannah Mills-Saskia Clark(GBR) 33 punti, Lisa Westerhof-Lobke Berkhout (NED) 52, Camille Lecointre-Mathilde Geron (Fra) 55, Fernanda Oliveira-Ana Barbachan (BRA) 61, Elise Rechichi-Belinda Stowell (AUS) 67, Giulia Conti-Giovanna Micol (ITA) 69, Katherin Kaldeback-Federika Belcher (GER) 78, Amanda Clark-Sarah Lihan (USA) 78 e Tara Pacheco-Berta Betanzos (ESP) 93.


470 Maschile (27 nazioni)
Giornata di riposo per Gabrio Zandonà (CV Marina Militare)-Pietro Zucchetti (SV Fiamme Gialle) che domani disputeranno la Medal Race. Dopo 10 prove e uno scarto gli azzurri sono al 4° posto in classifica provvisoria con 60 punti e i parziali 6-(26)-1-8-6-14-8-4-11-3. Primi gli australiani Belcher-Page a 18 punti (oggi 1-1), secondi i britannici Patience-Bithell (22 pt), terzi gli argentini Calabrese-De la Fuente (57) e quinti i kiwi Snow Hansen-Saunders a 72.


Queste le medaglie assegnate fino a ora nelle varie classi:

RS:X Femminile (26 nazioni)
Marina Alabau (ESP) Oro, Tuuli Petäjä (FIN) Argento, Zofia Noceti-Klepacka (POL) Bronzo.

L’azzurra Alessandra Sensini (CC Aniene) chiude la sua sesta Olimpiade al 9° posto.


RS:X Maschile (38 nazioni)
Dorian Van Rijsselberge (NED) Oro, Nick Dempsey (GBR) Argento, Przemyslaw Miarczynski (POL) Bronzo.

Federico Esposito (GS Polizia di Stato - Fiamme Oro), debuttante ai Giochi Olimpici, ha terminato al 34° posto.

Il commento di Federico Esposito al termine della sua prima Olimpiade:
"Ho dato il massimo e sono tranquillo, non è arrivato il risultato ma è anche la mia prima partecipazione ai Giochi. Mi aspettavo sicuramente molto di più, soprattutto per quello che avevo constatato nella settimana precedente all'inizio della competizione, quando con vento leggero mi ero trovato a mio agio. Mi trovo meglio con intensità sotto i 12 nodi e infatti ho ottenuto il miglior piazzamento nell'ultima prova, la decima, chiudendo al 15° posto. Il risultato che ho ottenuto - ha continuato Esposito - dipende dalle condizioni del vento e non è una questione psicologica o di preparazione, il sorriso non mi ha mai abbandonato anche perché essere alle Olimpiadi è un grande traguardo, che ho inseguito per anni e che ho raggiunto. Sono arrivato qui preparato e ho dato il massimo, di certo sarebbe stato meglio concludere in maniera diversa ma è andata così. Questa è solo una tappa della mia carriera - ha terminato Esposito - ora tornerò in Italia con tanta voglia di ricominciare ad allenarmi e dopo questa esperienza, anche se la tavola non dovesse più essere tra le discipline olimpiche, la mia volontà è quella di tornare alle Olimpiadi, magari con il Kite che già pratico. Continuerò a prepararmi sia in kyte sia in RS:x per arrivare pronto al Campionato Italiano Classi Olimpiche e chiudere la stagione come si deve."


Laser Standard (49 nazioni)
Tom Slingsby (AUS) Oro, Pavos Kontides Argento, Rasmus Myrgren (SWE) Bronzo.

Michele Regolo (SV Fiamme Gialle), alla prima partecipazione ai Giochi Olimpici ha concluso al 35° posto.


Laser Radial (41 nazioni)
Lijia Xu (CHN) Oro, Marit Bouwmeester (NED) Argento, Evi Van Acker (BEL) Bronzo.

Francesca Clapcich (Cv Aeronautica Militare) chiude la sua prima esperienza olimpica al 19° posto.


Finn (24 nazioni)
Ben Ainslie (GBR) Oro, Jonas Hogh-Christensen (DEN) Argento, Jonathan Lobert (FRA) Bronzo.

L’azzurro Filippo Baldassari (SV Fiamme Gialle), al debutto in un'Olimpiade, termina al 22° posto.


Star (16 nazioni)
Fredrik Loof - Max Salminen (SWE) Oro, Iain Percy - Andrew Simpson (GBR) Argento, Robert Scheidt - Bruno Prada (BRA) Bronzo.
Nella classe Star non vi erano azzurri in regata.
Il bilancio finale di Alessandra Sensini e le interviste agli altri atleti azzurri su www.sailrev.tv.

Ecco la programmazione di Sky dedicata alla vela. Le trasmissioni sono curate da Sandro Donato Grosso con il commento tecnico di Francesco de Angelis.

Tutti i giorni:
CANALE OLIMPIADI 12
HIGH LIGHTS della giornata ore 01,00, con replica ore 09,00
DIRETTA delle MEDAL RACE
Giovedì, 9 agosto
14,00 – CLASSE 470 MASCHILE
CANALE OLIMPIADE 8
Venerdi, 10 agosto
14,00 – CLASSE 470 FEMMINILE
CANALE OLIMPIADE 10
Sabato, 11 agosto
14,05 – CLASSE ELLIOT 6 FEMMINILE
CANALE OLIMPIADE 9

L'Italia della vela a Londra è in gara in otto classi su dieci. Questi i velisti qualificati alle competizione velica di Weymouth e Portland:
- Alessandra Sensini, classe RS:X femminile, è alla sesta partecipazione e ha vinto 4 medaglie in 4 edizioni consecutive: oro a Sidney 2000, argento a Pechino 2008 e due bronzi ad Atlanta 1996 e ad Atene 2004;
- Federico Esposito (RS:X maschile) è alla sua prima Olimpiade;
- Giulia Conti, per la terza volta ai Giochi, e Giovanna Micol, alla seconda partecipazione olimpica, saranno impegnate nel 470 femminile, classe in cui ottennero il 5° posto assoluto a Pechino;
- Gabrio Zandonà, alla sua terza presenza ai Giochi, farà coppia con il debuttante Pietro Zucchetti nel 470 maschile. In questa classe Zandonà ha ottenuto un 10° posto ad Atene e un 6° a Pechino;
- Francesca Clapcich partecipa per la prima volta e sarà impegnata nel Laser Radial;
- Michele Regolo, anche lui alla prima esperienza a cinque cerchi, regaterà nel Laser Standard;
- Giuseppe Angilella, al debutto ai Giochi, e Gianfranco Sibello, alla terza partecipazione personale (14° ad Atene e 4° a Pechino con il fratello Pietro) saranno in gara nella classe 49er;
- Filippo Baldassari, debuttante, correrà nella classe Finn.

Lo staff tecnico della Federazione Italiana Vela è composto da:
- Luca De Pedrini, DT e tecnico della classe 470 maschile e 49er;
- Valentin Mankin, tecnico della classe 470 maschile e 49er;
- Paolo Ghione, tecnico della classe RS:X maschile e femminile;
- Gianluigi Picciau, tecnico della classe 470 femminile;
- Francesco Caricato, tecnico della classe Laser Radial;
- Egon Vigna, tecnico della classe Laser Standard;
- Luca Devoti, tecnico della classe Finn.

Il team è completato da:
- Guglielmo Vatteroni, Team Manager;
- Roberto Ferrarese, Stratega e supporto meteo;
- Stefano Gallino, Metereologo;
- Luca Ferraris, Medico;
- Roberta Ciampolini, Fisioterapista;
- Sebastiano Zuppardo, Fisioterapista.

Articoli correlati: Olimpiadi Londra 2012
Credit: Ufficio Stampa FIV
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo Compagnia degli Skippers Oceanici
Logo Centro Velico Caprera
Logo Riviera Vento
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2012 / Velanet