Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
10/11/2011 - Conclusa la Transat 6.50 2011

David Raison festeggiato all'arrivo
Photo credit: Pierrick Garenne/GPO

Con l'arrivo, ieri, degli ultimi skipper ancora in mare, si è conclusa questa edizione della Charente-Maritime/Bahia Transat 6,50, 18esima edizione della Mini-Transat, la traversata atlantica in solitario su barche di sei metri e mezzo partita lo scorso 25 settembre da La Rochelle che ha visto i concorrenti al via navigare per più di 4000 miglia su un percorso diviso in due tappe, la prima fino allo scalo di Funchal (Madera) e la seconda attraverso l'Atlantico fino al Brasile.

Ad approdare a Salvador de Bahia nelle prime ore di ieri mattina sono stai lo skipper polacco Radoslaw Kowalczyk, che ha chiuso gli arrivi nella categoria "proto", e gli ultimi due mini di "serie", quello del francese Serge Bertrand ed infine quello del navigatore solitario turco Tolga Pamir.
Non ce l'ha fatta a concludere questa seconda tappa della regata il nostro Maurizio Gallo, che ha abbandonato la competizione entrando nel porto di Maceio quando si trovava a circa 250 miglia dall'arrivo.

Sono quindi solo due, su otto partiti, gli italiani che hanno compiuto questa edizione della Mini-Transat: Susanne Beyer e Simone Gesi, rispettivamente 23esima e 26esimo tra i "serie" nella seconda tappa.
Nella classifica generale Susanne Beyer su 745 Penelope, Pogo 2 Finot del 2008, la più giovane donna italiana di sempre a partecipare a questa regata, ha concluso al 22esimo posto mentre Simone Gesi, su 704 Dagadà - Spirito di Maremma, Tip Top Manuard del 2008, che era alla sua seconda partecipazione dopo la sfortunata edizione del 2009 in cui era stao costretto al ritiro nei pressi delle Canarie, si trova al 26esimo posto.

Dei 18 solitari che hanno dovuto abbandonare la competizione, su 79 alla partenza in rappresentanza di dodici nazionalità, ben 6 sono italiani, per un bilancio amaro
della partecipazione italiana alla Charente-Maritime/Bahia Transat 6,50, mai così numerosa.
Si sono ritirati, oltre a Gallo, Andrea Caracci e Tiziano Rossetti, che erano in competizione nella categoria "proto", e, tra i "serie", Giacomo Sabbatini e Andrea Pendibene, oltre a Sergio Frattaruolo che, fuori gara, ha deciso comunque di arrivare in Brasile e sta compiendo la traversata.

Il primo skipper sul traguardo di Bahia, lo scorso 30 ottobre, è stato lo skipper francese David Raison, vincitore della della Charente-Maritime/Bahia Transat 6.50 categoria "proto", che ha anche battuto il record sulle 3120 miglia Funchal-Salvador de Bahia stabilito nel 2007.
Raison ha trionfato a bordo di un mini innovativo dalla prua rotondeggiante progettato da lui stesso.

Nell'altra categoria, anch'egli vittorioso nella seconda tappa e nella classifica generale, somma dei tempi delle due frazioni, un altro skipper francese, Gwénolé Gahinet.

Articoli correlati: Transat 6.50 2011
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo Riviera Vento
Logo Velscaf
Logo Compagnia degli Skippers Oceanici
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2012 / Velanet