NUMERO: 1836311903 | Lug - Dic 2012
SOMMARIO
MENU
Altro

Il pesce puzza dalla testa

Segnalatomi da un partecipante al mio forum, invito la visione del programma di Report del 16 novembre 2008 dal titolo "Mare Nostrum":

http://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,RaiTre-Report%5E17%5E151927,00.html

Innumerevoli gli spunti di riflessione, non solo per lo stato dell'ambiente dei nostri mari, ma anche dello stato di salute della nostra civiltà e della politica, di qualsiasi colore.

Uno spaccato interessante, ma non esaustivo. L'imperativo è comune a tutti: "dobbiamo lavorare", che siano pescatori, gestori dei rifiuti pubblici e privati, depuratori, potabilizzatori, industria, finanza, commercio e chi più ne ha ... ma la cosa grave è la connivenza con i poteri locali che siano i politici, i massoni, i mafiosi o tutti e tre messi assieme nelle stesse persone, i più delle volte inconsapevoli di essere delle marionette nelle mani dei pochi che si arricchiscono.

Il risultato? Un capitalismo al tracollo, che ha pensato solo ai soldi senza saper guardare lontano, senza credere nelle persone, nei giovani e nei valori.

C'è bisogno di un cambiamento. I figuranti sono patetici e la messa in scena non ha più niente di comico, ma durante lo spettacolo pervade solamente un senso di insalubre tragicità. I burattinai sono, senza doversi perdere in giudizi fin troppo gratuiti, degli amorali che pensano solo a raccogliere gente per riscuotere il biglietto, finché dura.

Prodi, Berlusconi, Veltroni, Fini, Padoa Schioppa, ...... e così via fino all'ultimo. Tutti uguali, nessuna differenza, stessa scuola, stesse lezioni rifritte. Forse neanche in malafede con la stessa identica e comune "irresponsabilità".

Mi sono ripromesso di non fare politica in questi interventi, e non l'ho fatta. Non ce l'ho con la destra, la sinistra o il centro, ce l'ho solamente con uomini mediocri, che non sono capaci a credere e a far credere alla gente che ci sono molte cose che valgono più dei soldi nella vita.



18/11/2008 Francesco Lenzi


Questa pagina è stata visualizzata n. 1008 volte

1 Commenti


credits