Attendere prego, invio in corso
AREA OPERATORI               
Login Registrati»
Password?
Notizie
14/09/2018 - TP52 a Valencia

Photo credit:© Nico Martinez

Per il gran finale di un’incredibile stagione 2018, il circuito su monoscafi più importante al mondo, le 52 SUPER SERIES, ritorna nella città spagnola di Valencia.

La prossima settimana undici TP52 saranno ormeggiatI di fronte all’iconico edificio di Veles et Vents e si daranno battaglia lungo la famosa spiaggia di Malvarossa, a grande chiusura dei cinque mesi di eventi. Valencia sarà luogo testimone dove tutto sarà definitivo.

La competizione sull’acqua sarà così senza margini e senza compromessi come mai è avvenuto in questa stagione. A settembre, lo stadio della Coppa America che molti marinai conoscono così bene, potrà essere molto diverso da quello su cui molti velisti delle 52 SUPER SERIES hanno realizzato il sogno di una carriera vincendo qui l’America’s Cup. È un luogo perfetto per il gran finale e per le dozzine di velisti che hanno trascorso mesi e mesi a Valencia durante il la 32ª edizione e alcuni prima e durante la 33ª America’s Cup, sarà un ritorno a casa, dove immagini, suoni e odori saranno nuovamente familiari.

Andando per anni per vittorie e per partecipazioni di quelli che sono adesso protagonisti nella 52 SUPER SEIRE di oggi, nel 2007 a bordo di Alinghi, Ed Baird, tattico di Phoenix, trionfava al timone della barca svizzera, insieme a Warwick Fleury di Quantum Racing, Rodney Ardern e Piet van Nieuwenheuzen. Su Emirates Team New Zealand Dean Barker di Quantum Racing, Terry Hutchinson e i trimmer James Dagg e Grant Loretz. Altri nomi noti della finale del 2007 che torneranno alla ribalta la prossima settimana a Valencia sono i kiwi del Team New Zealand di Sled, Ray Davies, Adam Beashel e Don Cowie.

E naturalmente nel 2010 il timoniere skipper-vincitore era Jimmy Spithill, che torna su Luna Rossa questa settimana dopo aver saltato l’evento di Puerto Portals il mese scorso. Con Spithill vincitore nel 2010 sul trimarano da 90 piedi, oggi su Platoon ci sono John Kostecki, Ross Halcrow e Dirk de Ridder. Tutti stanno godendo di questo ritorno a Valencia, dagli shore team a molti marinai. Tra gli italiani sicuramente buona parte del team Prada Luna Rossa, Bruni, Vascotto, Falcone, Sirena e tanti altri, un ritorno gradito nella città che ospiterà anche mercoledì prossimo il big match di Champions League, Valencia-Juventus.

Per dare il suo contributo a Luna Rossa e guidare verso una seconda vittoria di tappa in questa stagione, dopo aver vinto la Royal Cup a Zara, Spithill ricorda:
“Ho trascorso l’AC 32 e l’AC 33 a Valencia, mi è piaciuto molto conoscere la cultura di questa città, ho praticato molti sport tra cui il kiteboarding durante l’AC 32 nei mesi estivi. Nell’AC33 era inverno quindi non c’era molto kiteboarding, e poi eravamo immersi nel lavoro per arrivare alla finale della 33ª edizione. Il mio evento preferito a terra erano le “las Fallas” e le dimostrazioni di Mascletas.”

Nel periodo che ha preceduto la sua prima vittoria in Coppa America, Spithill ricorda:
“I miei ricordi di AC 33 erano la forza con cui avevamo una squadra dentro e fuori dall’acqua, e quanto fosse stressante navigare e mantenere una barca e un’ala così estrema durante molti giorni, ma quello che abbiamo tirato fuori in termini di navigazione, manovrabilità, ingegneria, costruzione di imbarcazioni e logistica di quella barca e ala mi stupisce ancora oggi. Eravamo 24 ore su 24 immersi in una grande squadra dentro e fuori dall’acqua per un lungo periodo. Non sono sicuro che qualcosa di quella esperienza sarà ripetuto. Non vedo l’ora di tornare indietro. Tre dei miei compagni di squadra degli AC 32 e 33 sono con noi su Luna Rossa: Gillo Nobili, Max Sirena e Shannon Falcone. Sarà divertente ricordare con loro. Ma ancora più importante sarà fantastico correre di nuovo al largo di questa costa.”

Tra le loro possibilità di vincere una seconda regata, dice:
“Solo due squadre hanno vinto eventi in questa stagione, Quantum e noi. Questo dimostra che abbiamo la barca e il team per farlo. Tuttavia in questa flotta così ad alto livello minimizzare gli errori è fondamentale. Questo è qualcosa che Quantum ha fatto meglio di chiunque altro. Abbiamo un grande shore team e un’incredibile opportunità per finire la stagione al massimo, non vedo l’ora di correre!”

Mentre Quantum Racing sembra avere un compito relativamente semplice nelle mani per assicurarsi il titolo 2108. Ben 32 punti di vantaggio, Doug DeVos, owner driver del team non sarà in grado di unirsi al team per il finale. Il padre ispiratore Rich DeVos è scomparso di recente e la famiglia delle 52 SUPER SERIES invia le sue condoglianze in questo momento alla famiglia DeVos. Dean Barker tornerà al timone.

Terry Hutchinson di Quantum Racing conferma che il loro punteggio non influirà in alcun modo sul modo in cui si avvicinano alla regata finale:
“La flotta è troppo forte per preoccuparsi dei punti, quindi dobbiamo affrontare questo evento con la stessa mentalità che abbiamo avuto in tutta la stagione, cercare un target di conduzione e di punteggio coerente per chiudere in testa la stagione. Dal punto di vista delle competizioni, Valencia in questo periodo dell’anno può essere piuttosto complicata per navigare. Non ci saranno le tradizionali brezze marine estive che abbiamo sperimentato durante l’America’s Cup match quindi penso che possiamo aspettarci di vedere una varietà di condizioni diverse. Ho grandi ricordi di Valencia. Avendoci vissuto due volte negli ultimi 12 anni, è sempre un posto speciale in cui tornare.”

Come sempre in questa fase della stagione, la battaglia per i posti sul podio è incredibilmente aperta. Dopo quattro regate in condizioni diverse, i campioni del 2017 Azzurra sono al secondo posto, a soli cinque punti dal Platoon di Harm Muller Spreer e Sled di Takashi Okura. E non molto lontano da loro c’è Luna Rossa che ha ancora una possibilità di finire seconda o terza.

Azzurra ha mostrato un notevole ritorno al suo meglio con un secondo posto a Cascais di soli quattro punti e a Puerto Portals di soli tre punti. Stanno premendo duramente per finire con una vittoria di tappa che, per definizione, garantirà il secondo posto nella generale. Guillermo Parada, timoniere e skipper di Azzurra, spiega: “Dobbiamo provare a dare il massimo come sempre, al di sopra di tutto dobbiamo continuare a produrre la qualità espressa nelle ultime due tappe. Il secondo posto, si questo è l’obiettivo più realistico che possiamo perseguire alla fine della stagione, è difficile pensare di vedere altre barche davanti a noi. Ci sono troppe barche tutte compresse in pochi punti, quindi non possiamo concentrarci su nessuno in particolare.

Francesco Bruni, timoniere di Luna Rossa è di poche parole ma sicuramente cova tanto agonismo e sicurezza di avere grandi opportunità di chiudere al meglio questa stagione:
“Sappiamo di poter fare meglio e vogliamo fare più che bene in questa ultima tappa della stagione, una stagione intensa per tutti noi. L’obbiettivo è entrare in zona podio nella classifica generale e completare al meglio questa bella esperienza nelle 52 SUPER SERIES.”

Il super consacrato Sled ha vacillato a Puerto Portals finendo settimo. Il tattico Ray Davies parla del finale di stagione:
“Ho sempre apprezzato regatare a Valencia perché questo mare può produrre una serie di condizioni diverse, normalmente in questo periodo dell’anno possiamo aspettarci una costante brezza dal mare, ma possiamo anche avere brezze meno costanti che saltano di direzione. Dobbiamo concentrarci sul nostro team e continuare a spingere noi stessi verso il top”.

Le 52 SUPER SERIES hanno un ampio rapporto con Valencia. Non solo sotto l’aspetto umano e competitivo ma anche nell’aspetto tecnologico. Cinque delle undici barche che competono a Valencia questa settimana sono state costruite nei cantieri navali di Valencia. Gladiator, Onda e Azzurra nei laboratori di King Marine ad Alginet e Quantum Racing e Alegre in quelli di Zero Length a Burriana (Castellón).

Si regata per i punti validi per la classifica da martedì a sabato, si inizia lunedì con la classica practice race. Azione, live e risultati in tempo reale nella nostra app e nel web www.52SUPERSERIES.com.

Entries for Valencia
Alegre – Andy Soriano (USA/GBR), 2018 Botin
Azzurra – Roemmers Family (ARG/ITA), 2018 Botin
Gladiator – Tony Langley (GBR), 2017 Botin
Luna Rossa – Patrizio Bertelli (ITA), 2018 Botin
Onda – Eduardo de Souza Ramos (BRA), 2018 Botin
Paprec Recyclage – Jean Luc Petithuguenin (FRA), 2015 Vrolijk
Phoenix – Hasso/Tina Plattner (RSA), 2018 Botin
Platoon – Harm Müller-Spreer (GER), 2018 Vrolijk
Provezza – Ergin Imre (TUR), 2018 Vrolijk
Quantum Racing – Racing Doug DeVos (USA), 2018 Botin
Sled – Takashi Okura (USA), 2018 Botin

Classifica generale delle 52 SUPER SERIES
1. Quantum Racing (USA) (Doug DeVos) 131 punti
2. Azzurra (ARG/ITA) (Alberto and Pablo Roemmers) 163 p.
3. Platoon (GER) (Harm Müller-Spreer) 168 p.
4. Sled (USA) (Takashi Okura) 168 p.
5. Luna Rossa (ITA) (Patrizio Bertelli) 175 p
6. Phoenix (RSA) (Hasso/Tina Plattner) 189 p.
7. Alegre (USA/GBR) (Andrés Soriano) 190 p.
8. Provezza (TUR) (Ergin Imre) 215 p.
9. Onda (BRA) (Eduardo de Souza Ramos) 248 p.
10. Gladiator (GBR) (Tony Langley) 287 p.

Credit: Ufficio stampa 52 Super Series
Redazione Velanet

SEZIONE NOTIZIE
  Notizie
Le notizie dal mondo della vela.
Ricerca le più datate in Archivio
Novità
Nuovi prodotti, iniziative, novità.
Ricerca le più datate in Archivio
InfoAziende
I comunicati degli operatori
 
   
ARGOMENTI
   
ARCIPELAGO
 
Logo Riviera Vento
Logo SkipperClub
Logo Centro Nautico Levante
 
   Website info    |    Contatti copyright 1996-2012 / Velanet